Ha debuttato nel 1969 al Festival di Edimburgo nel Signor Bruschino. Da allora ha privilegiato il repertorio mozartiano e rossiniano ed è stato regolarmente invitato ad importanti Festival come quelli di Salisburgo, Pesaro e Glyndebourne.

Dal 1973 è ospite regolare della Scala: ricordiamo le sue interpretazioni della Cenerentola e dell’Italiana in Algeri con la direzione di Claudio Abbado e la regia di Ponnelle, nonché le opere di Mozart su libretto di Da Ponte con la direzione di Riccardo Muti e la regia di Giorgio Strehler.

Il suo repertorio spazia da Monteverdi e Nono, con grande attenzione all’attività concertistica e liederistica (negli ultimi anni ha presentato i grandi cicli liederistici di Schumann, Schubert e Brahms con Michele Campanella).

La sua carriera lo ha portato all’Opera di Parigi per Falstaff, al Covent Garden di Londra per Figaro e Don Alfonso, nonché a New York e Chigago per altri ruoli principali mozartiani e rossiniani.

La sua discografia comprende Le nozze di Figaro e Così fan tutte con la direzione di Bernard Haitink per la Emi e Il Signor Bruschino per la DCG.

Numerosi sono inoltre i video realizzati con prestigiose istituzioni teatrali quali il Teatro alla Scala, il Festival di Glyndebourne, la Royal Opera House-Covent Garden: Il Barbiere di Siviglia, La Cenerentola, L’elisir d’amore, Don Giovanni, Così fan tutte oltre al famoso film della Cenerentola (Abbado-Ponnelle).

Da diversi anni svolge un’intensa attività di Direttore d’Orchestra con numerose orchestre italiane e straniere.

Ha guidato il "Progetto Mozart-Da Ponte", un intenso lavoro di formazione presso la Scuola di Musica di Fiesole nel triennio 1988/90 con la messa in scena di Così fan tutte, Le nozze di Figaro e Don Giovanni. Nel triennio 1993/96 ha guidato l’opera work shop sulla vocalità monteverdiana con l’allestimento dell’Incoronazione di Poppea, Orfeo e Il Ritorno di Ulisse in patria. Nel 1992 ha diretto a Montpèllier La scala di seta e L’occasione fa il ladro con la regia di Hampe. Nel 1993 è stato invitato al Festival di Aldeburgh per dirigere Falstaff e La pietra del paragone, nonché alcuni concerti sinfonici. Nel 1994 ha diretto e interpretato Il maestro di cappella, Il telefono e La volx humaine per la regia di Roberto De Simone. Dal 1991 al 1997 è stato Direttore Artistico del Teatro Verdi di Pisa, dove ha diretto La cenerentola, La pietra del paragone(incisa per Nuova Era), Rigoletto, Falstaff, La Traviata, Macbeth e Carmen. Sempre a Pisa, nel 1995 ha inaugurato le celebrazioni orffiane dirigendo i Carmina Buranaproposti anche in forma scenica con la regia e la coreografia di Mich von Hoecke. Nello stesso anno ha diretto al Teatro di Bilbao una nuova produzione del Signor Bruschino eLa scala di seta, seguito da Carmen a Rouen e Don Giovanni all’Opéra di Marseille. Nel 1998 ha inaugurato la stagione sinfonica della Filarmonica dell’Arena di Verona con un programma di musiche di Mozart; nel 2001 dirige all’Opéra Comique Tout Rossini, a Nizza La finta giardiniera, a Baltimora e Montecarlo Il barbiere di Siviglia.

Tra i prestigiosi incarichi da lui ricevuti ricordiamo la Direzione artistica del Teatro Verdi di Pisa dal 1991 al 1997 e quella del Regio di Torino dal 1998 al 2001, la consulenza artistica del Festival Verdi di Parma e la sovrintendenza del Teatro Massimo di Palermo.

Nel 2010 dirige Don Giovanni a Messina.

Nel 2011: concerto sinfonico a Messina.




Home       Chi siamo       Artisti        Audizioni       Contatti



Italiano

English

Claudio Desderi

Direttore d’orchestra