Nata a Cremona, inizia a sei anni lo studio del pianoforte e dopo il liceo linguistico intraprende lo studio del canto. Inizia la sua attività da solista, accompagnata dall’orchestra Milano Classica, diretta dal M° Corrado Rovaris.

Il suo debutto in palcoscenico la vede come Bastienne nel Bastien und Bastienne, per la rassegna Festival del Ticino, a Varese.
Successivamente vince il primo premio delle categorie 'canto lirico' e 'canto da camera', oltre ad un premio speciale per la migliore interpretazione, al concorso di musica “La Vallonea”, a Lecce.

Dal 2001 al 2003 è allieva dell’Accademia di perfezionamento per cantanti lirici del Teatro alla Scala di Milano, studiando sotto la guida di L. Gencer, L. Alva, L. Serra, T. Berganza, G. Canetti.

Ha inaugurato con un recital la sede del Museo del Teatro alla Scala presso Palazzo Busca, a Milano. Subito dopo, scelta dal M° Muti, è Barbarina ne Le nozze di Figaro alla Scala, nello storico allestimento di Giorgio Strehler, e sempre diretta dal M° Muti, è Une Grèque in Iphigénie en Aulide di Gluck per l'apertura della stagione scaligera 2002 - 2003, regia di Yannis Kokkos.

Successivamente, nello storico allestimento di George Balanchine, è la Prima Fata nel balletto di Mendelssohn  Sogno di una notte di mezz’estate, al Teatro alla Scala, diretta da Paul Connelly.

Vincitrice assoluta dell’undicesima edizione del concorso Di Stefano, per il ruolo di Susanna ne Le nozze di Figaro, debutta il ruolo a Parma, diretta da Sebastiano Rolli, poi sotto la direzione di Paul Hess, con la regia di Francesco Micheli.

Vince il 42° concorso Corale Verdi a Parma, e partecipa ad una masterclass tenuta da Michele Pertusi. Subito dopo è Anna ne Die Sieben Todsünden di Kurt Weill, a Parma.

Inaugura la XXIV edizione del festival di musica antica Claudio Monteverdi a Cremona, con un recital, accompagnata al cembalo dal M° Claudio Astronio.

E'  Dalinda in Ariodante, prima al Festival dei Due Mondi di Spoleto, diretta da Alan Curtis (regia John Pascoe - DVD edito da “Dynamic”), poi alla Bayerische Staatsoper, a Monaco di Baviera, diretta da Christopher Moulds.

Sempre diretta da Alan Curtis, è Alessandro in Tolomeo e Alessandro di D.Scarlatti all’interno dei festival “Piccola Accademia di Montisi” e “Via Stellae” a Santiago de Compostela.

Sotto la direzione di Matteo Beltrami, per la regia di Andrea Cigni, è Monica ne La Medium e Lauretta nel Gianni Schicchi, nei teatri di Cremona, Brescia, Como, e Pavia.

Nell'ambito del Ravenna Festival, è Euridice in Orfeo ed Euridice, a Ravenna, Modena, Reggio Emilia, Ferrara e Pisa, per la regia di Graham Vick, sotto la direzione di Claudio Astronio.

Ritorna poi al teatro Alighieri di Ravenna, come Amital ne La Betulia liberata, per la direzione del M° Muti e la regia di Marco Gandini, dopo aver già cantato il ruolo nell'allestimento dell'opera, all'interno del "Salzburger Festspiele" -  House fur Mozart, a Salisburgo, sempre diretta dal M° Muti.







Home       Chi siamo       Artisti        Audizioni       Contatti



Italiano

English

Marta Vandoni

Soprano