Aloisa Aisemberg appartiene a una famiglia di musicisti. Inizia a quattro anni lo studio del violino e nel 2008 consegue il diploma presso il Conservatorio “Gioacchino Rossini” di Pesaro. Dall’ottobre 2011 collabora con l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini, diretta dal M° Riccardo Muti.  

Nel 2011 inizia a studiare canto lirico e subito dopo viene ammessa all’Accademia lirica di Osimo. In occasione dell’Opera Studio 2015 curata dal baritono Leo Nucci, finalizzata alla realizzazione dell’opera L’amico Fritz, ha debuttato presso il Teatro Municipale di Piacenza, nel ruolo en travesti dello zingaro Beppe, riscuotendo un notevole successo personale di pubblico e di critica, per essersi esibita in scena nel doppio ruolo di violinista e cantante.  


Dopo essere stata ammessa alla Scuola dell'opera italiana presso il Teatro comunale di Bologna ha eseguito diversi titoli come La Cenerentola (Angelina), La traviata (Flora) e Gianni Schicchi (Zita).


Nel dicembre 2018 ha debuttato il ruolo di Rosina ne Il barbiere di Siviglia presso il Teatro Nazionale di Sarajevo in un allestimento promosso dall’ambasciata italiana.


Nell’aprile 2019 ha cantato nell'opera Sinfonia delle stagioni commissionata al compositore Nicola Piovani per commemorare i dieci anni dal terremoto dell'Aquila; spettacolo che si replicherà al Teatro Verdi di Firenze e al Teatro Politeama di Palermo.


La collaborazione artistica con il Maestro Piovani proseguirà con la rappresentazione in prima esecuzione mondiale della sua prima opera lirica “Amorosa presenza”, prevista al teatro Verdi di Trieste nel gennaio 2022 con la regia di Chiara Muti.


Nel settembre 2019 ha interpretato il ruolo della Baronessa di Champigny ne Il cappello di paglia di Firenze per la stagione lirica del teatro di Sassari, in cui canterà nell’ottobre 2021 il ruolo di Zaida ne Il turco in Italia. Nel dicembre 2019 è stata tra i protagonisti dell’opera contemporanea La notte di Natale di Alberto Cara eseguita al Teatro dell’Opera Giocosa di Savona e al Teatro Luciano Pavarotti di Modena.


Per la riapertura della stagione del Teatro Pergolesi di Jesi (29 e 30 maggio 2021) ha recentemente interpretato il doppio ruolo di Medoro/Astolfo nell’opera Notte per me luminosa di Marco Betta. Sempre nel 2021 al Comunale di Bologna ha eseguito: Dangeville in Adriana Lecouvreur e Tisbe ne La Cenerentola.


Nel febbraio 2022 è stata la protagonista del concerto dedicato a K.Weill e Bruno Maderna presso l’auditorium Toscanini della Rai di Torino. Nel mese di giugno interpreterà il ruolo di Baba nell’opera La Medium di G.Menotti presso il Teatro Grande di Brescia.


Aloisa Aisemberg

Mezzosoprano


Home       Chi siamo       Artisti        Audizioni       Contatti



Italiano

English

Una voce poco fa

Rosina / Barbiere


Baronessa di Champigny

Il cappello di paglia di Firenze


Die Ballade von der sexuellen Hörigkeit

K. Weill


Aria della Tata

Amorosa presenza - N.Piovani